ALGORITMO YOUTUBE

Parliamo di Youtube: ecco 9 regole per solleticare il suo algoritmo

Essendo il sito più visto a livello globale, YouTube è una destinazione imperdibile per i professionisti del marketing e i creatori di contenuti che cercano di aumentare la copertura del pubblico.

Youtube è un “social network” dispettoso che nel campionato della promozione ai video, ama cambiare spesso e volentieri le regole in corsa. A causa di ciò l’algoritmo può decidere o meno di privilegiare il vostro video piuttosto che altri, nelle segnalazioni agli utenti. Sebbene sia possibile ottimizzare la SEO di Youtube per ottenere i risultati, senza una comprensione dell’algoritmo, la SEO da sola non manifesterà i video nell’elenco dei video suggeriti da un potenziale spettatore.

YouTube utilizza un algoritmo basato su tre qualificatori principali: pertinenza , coinvolgimento e qualità .

Per valutare la pertinenza, YouTube esplora l’abbinamento di titolo, descrizione, tag e contenuti con una domanda di ricerca 15personalizzata. Il coinvolgimento aggrega il numero di risposte degli utenti, inclusi il tempo di visualizzazione, il coinvolgimento e la frequenza. La valutazione della qualità è determinata dalla capacità di un canale di dimostrare un’autorità affidabile.

Oltre a questi tre qualificatori, l’algoritmo di YouTube si basa anche sulle visualizzazioni storiche di un utente e su un punteggio assegnato specifico per il video, questo punteggio viene determinato, tra le altre cose, tenendo conto della novità e della frequenza dei caricamenti del canale. Questa combinazione di statistiche consente a YouTube di consigliare video che parlano direttamente agli interessi di uno spettatore, continuando una catena di contenuti da visualizzare in maniera narrativamente statica.

Questi video verranno visualizzati in sei diverse posizioni sulla piattaforma YouTube:

  1. Risultati di ricerca
  2. Stream consigliati
  3. Notifiche
  4. Abbonamenti ai canali
  5. Stream di tendenza
  6. Home page di YouTube

Ma la sapevate che il 70 per cento del tempo trascorso su youtube viene deciso per voi dall’algoritmo di youtube stesso?

Il 70% è un numero enorme!!!

Per eseguire veramente una strategia di marketing di YouTube di successo, migliorare la copertura organica e sfruttare questa enorme percentuale, è necessaria una conoscenza approfondita dell’esclusivo algoritmo di YouTube. Ecco nove modi per aumentare la tua copertura organica su YouTube:

LE 9 REGOLE

1 regola: parole chiave e metadati

per esser ben considerati, a far la differenza sono i tag, le didascalie che spesso vengono sottovalutate, le descrizioni che dovranno essere ricche di parole chiave.

2 regola: descrizione ottimizzata

Sebbene il vostro potenziale spettatore interagirà solo con le prime righe della descrizione a meno che non selezioni l’opzione “mostra di più”, quelle poche righe brevi sono un bene prezioso quando si tratta di attirare il tuo pubblico.

3 regola: aggiunta di una finestra di dialogo o una trascrizione di testi

Molte persone guardano i video con l’audio disattivato, quindi se c’è qualcosa di critico che state cercando di trasmettere, assicuratevi di caricare i sottotitoli creati da voi. La parte migliore è che anche questi sono indicizzati per la ricerca in modo da aiutarvi a posizionarvi più in alto nei risultati di ricerca.

4 regola: i finali devono sempre essere ottimizzati

che anche se è facile concludere semplicemente un video, questo vi priva di molte opportunità di marketing. Se indirizzate gli spettatori a un altro video sul vostro canale, non solo traete vantaggio dalla maggiore interazione, ma soddisfate anche il requisito di coinvolgimento per l’algoritmo di YouTube. Questo può essere fatto in vari modi, dalle filigrane alle schermate finali alle schede, il tutto che può essere collegato a un altro video sul vostro canale.

5 regola: è importante incoraggiare gli utenti agli abbonamenti

le iscrizioni non sono solo utili per il coinvolgimento, ma aiutano anche il vostro posizionamento nella ricerca, poiché YouTube si assicurerà che la vostra copertura venga estesa di conseguenza. A volte la creazione di un trailer del canale può fornire un incentivo per le persone a registrarsi.

6 Regola: visualizzazioni del video per intero

Se state lottando con le percentuali di abbandono degli spettatori, dovrete concentrarvi maggiormente sui primi secondi dei vostri video e assicurarvi di:

  • abbinare la descrizione ai primi secondi di contenuto video e
  • catturare uno spettatore con un aggancio impossibile da ignorare.

Non dimenticate di studiare i grafici sulla fidelizzazione del pubblico e di prestare attenzione a ciò che vi dicono queste metriche. Queste soluzioni rapide vi aiutano a coinvolgere ulteriormente il pubblico, prolungare il tempo di visualizzazione e ottenere un punteggio più alto per il vostro video tramite l’algoritmo di YouTube.

7 Regola: visualizzatori seriali

Realizzando video che continuano una conversazione, gli spettatori non possono resistere alla possibilità di guardare il prossimo della serie. Per mantenere gli spettatori sul vostro canale, potrete creare playlist di video con contenuti simili: si tratta di raccolte che attireranno e sosterranno le visualizzazioni.

8 Regola: promozione incrociata dei contenuti

I canali social sono pubblicità gratuita per il vostro canale YouTube. Promuovete i vostri video su tutti i vostri account social, ovunque voi abbiate un pubblico. Last but not least: se avete un sito dovete ricordare sempre nella descrizione l’indirizzo esatto partendo dal http:// davanti all’URL affinché sia reso attivo.

9 Regola: analitica utilizzabile

Questi numeri non esistono solo per farvi sentire bene; vi dicono cosa funziona bene e quando. Servono anche per identificare chi sta guardando cosa e quando. Al contrario, questi numeri ti dicono anche cosa non funziona, che è indiscutibilmente l’intuizione più influente. Identificando ciò che non funziona, potete provare nuove strategie e contenuti, cercando di deliziare il vostro pubblico e migliorare la vostra portata attraverso approcci diversi. Scavando in profondità nell’analisi di Youtube, potrete portare alla luce realtà sui vostri video e sul vostro pubblico, permettendovi di adattare il vostro processo di creazione alle esigenze del pubblico che state cercando di raggiungere.

 

Con oltre un miliardo di ore di video guardate in un giorno su YouTube, è innegabile che i creatori di contenuti e gli esperti di marketing debbano sfruttare questa piattaforma per curare e far crescere il proprio pubblico. Cercate perciò anche voi di soddisfare maggiormente questo benedetto algoritmo. Se sarete bravi riuscirete a togliervi qualche piccola grande soddisfazione.