Riflessioni sul “sentire” la musica oggi

Oggi mi sono svegliato con la consapevolezza che per un tardone come me, se ancora ascoltassi la radio per “sentire” la musica, Radio Capital sarebbe la mia unica via di fuga.

Riflettevo e mi sono convinto che i nuovi idoli siano come replicanti. Ghemon canta come Sergio Caputo e i The giornalisti a me sembrano come i Nuovi Angeli di Singapore.

Mi ricordo che quando uscì “Si viaggiare” di Battisti, quelli più grandi di me sostenevano che Lucio fosse in preda già ad una crisi creativa, poi però capirono che si stavano sbagliando alla grande.

Per questo ho deciso di concedermi un po’ di tempo ancora per capire se riuscirò a farmi piacere Gazzelle, che secondo me canta uguale a Pupo.

Al momento però l’unica reazione è un fortissimo mal di testa. E temo che nemmeno “la corea del nord, potrà mai fermare tutto questo”.

Red&Blue Music Relations, Agenzia Musicale e Ufficio stampa  – Per info e preventivi Contattaci