Videogames e musica: alla conquista della Generazione Z
 

La rubrica di Marco StanzaniMusic MarketingNuove UsciteVideogames e musica: alla conquista della Generazione Z

Settembre 21, 2021

Prima dell’avvento dell’era digitale, la scoperta di nuova musica avveniva principalmente attraverso il mezzo radio.

Da Myspace in avanti sono nati nuovi punti di attrazione per l’ascolto e la scoperta di nuova musica: Youtube, Instagram, TikTok etc. hanno determinato nuovi approdi per la nascita di fenomeni musicali non più misurabili con le vendite dei supporti ormai defunti, bensì attraverso gli ascolti.

Spulciando sul sito di MRC Data, è emerso che il 28% degli ascoltatori appartenenti alla Generazione Z ora ama scoprire nuova musica tramite i videogames, motivo per cui le fantomatiche major hanno mostrato un vivo interesse per questo mondo. Le esibizioni molto acclamate di Travis Scott e Marshmello su Fortnite , il concerto Roblox di Lil Nas X e un evento interattivo di Twenty One Pilots hanno dimostrato che questi eventi possono essere molto attrattivi per tutti i soggetti coinvolti.

Detto ciò, la maggior parte degli utenti più giovani è felice di trovare nuova musica che non solo gli piace, ma che può anche attirare i propri amici. E non è un segreto quanto la Gen-Z, quella dei nati tra il 95 e il 2010, sia così interessata ai giochi. Per questo la musica è divenuta tutt’altro che il sottoprodotto di tutto ciò.

Sebbene i video-games possano essere sotto le luci della ribalta in termini di scoperta di nuova musica per la maggior parte degli artisti e delle etichette, al contrario TikTok non lo è. Gli ultimi dati infatti mostrano che la piattaforma cinese è la fonte attrattiva di nuova musica solo per la metà degli ascoltatori della Generazione Z.

Anche Spotify ovviamente se ne è accorta e ha recentemente introdotto una nuova categoria “Gaming” nella sua libreria. La notizia fu annunciata tempo fa in un post sul blog. E quindi sono andato a vedere.

La nuova sezione è accessibile in due modi: in primo luogo, è possibile aprire l’app Spotify e navigare verso Sfoglia > Generi e stati d’animo > Gioco. Questo ci darà una panoramica di alcune delle playlist più popolari all’interno della categoria. Si può accedere e ascoltare gli elenchi nel modo normale.

In alternativa, si può visitare il sito Web dedicato ai giochi di Spotify e lì troveremo una panoramica più completa di tutte le compilation (ommioddio, l’ho detto davvero?) disponibili che possono essere filtrate in Playlist in primo piano, Playlist della community, Spotify curato, e Colonne sonore originali, tutto in rigoroso ordine alfabetico.

Cliccando su una playlist ci verranno mostrate le tracce al suo interno e potremo fare clic su “Ascolta su Spotify” per iniziare a riprodurre la musica all’interno dell’app principale.

Credo che l’azienda abbia chiaramente grandi piani per la sezione; la quantità di contenuti già disponibili è comunque impressionante. Intanto Spotify ha confermato che raggiungerà alcuni dei giocatori più famosi del mondo chiedendo loro di raccogliere playlist speciali.

Esistono siti di notizie sui giochi, con recensioni sui giochi che sono affidabili e offrono una grande copertura di tutti i tipi di videogiochi. Io ci ho fatto un giro prima che la pelle d’oca prendesse definitivamente il sopravvento e ho scoperto che la musica su queste liste è diversa. Appena ho scoperto che apprezzavo i gusti di alcune celebrità ho chiuso il mac e sono uscito a correre.

a cura di
Marco Stanzani

Seguici anche su Instagram!

Leggi anche: Spotify e Radio: competizione o tacita alleanza?
Leggi anche: La promozione musicale nel 2021

Seguici su